Come cambia l'e-commerce dopo la pandemia

Come è cambiato l’e-commerce dopo la pandemia

L’emergenza sanitaria ha avuto in impatto importante sulle abitudini di acquisto degli italiani. In particolare, durante l’isolamento a casa, molti consumatori si sono affidati per la prima volta all’e-commerce, mentre altri hanno iniziato ad usarlo con più frequenza e anche per acquisti diversi dal solito, come i prodotti alimentari, per la casa e la cura della persona.

Il trend era già nell’aria da anni, il Covid ha dato un’accelerata, fissandolo come punto fermo per il marketing del futuro. Durante e dopo il lockdown dello scorso anno, i consumatori si sono rivolti giocoforza sempre di più al digitale.

Negli ultimi mesi la nascita di siti di e-commerce ha subito una notevole impennata per cui è necessario non restare indietro e adattarsi a questo cambiamento.

 

Creare un e-commerce oggi è possibile anche con WordPress. Se hai seguito il mio corso gratuito su come imparare a usare WordPress, hai tutti gli strumenti per implementare anche il tuo commercio elettronico. Se non hai seguito il corso puoi iscriverti cliccando a questo link.

Installando il plugin Woocommerce potrai creare il tuo e-commerce in pochi semplici passi e avere a disposizione una piattaforma completa che ti permetterà di raggiungere più persone interessate ai tuoi prodotti.

L’unico aspetto a cui dovrai prestare attenzione è l’hosting su cui risiede il tuo sito, ovvero lo spazio web che lo ospiterà.

Un’ottima soluzione è rappresentata da Siteground che mette a disposizione un servizio fatto appositamente per realizzare siti di commercio elettronico attraverso Woocommerce, ideato per aiutarti a vendere di più online a costi davvero convenienti.

Cliccando sull’immagine qui sotto potrai procedere direttamente all’acquisto del servizio.

Se hai bisogno di assistenza o vuoi chiarire tutti i tuoi dubbi, non esitare a contattarmi inviandomi una mail all’indirizzo [email protected]

 

Non restare indietro, inizia a vendere subito i tuoi prodotti online!